domenica 21 luglio 2013

BIOCARD : COLTURA PLURIPOTENTE di Michele Ormando

BIOCARD : COLTURA PLURIPOTENTE di Michele Ormando | Full Politic-GREENECONOMY

Ognuno di noi almeno una volta nella vita, ha ‘’maledetto’’ questa pianta perché punti dalle sue spine. Invece di maledirlo dovremmo iniziare a benedirlo!

Il Cynara Cardunculus, noto comunemente con il nome di ‘’ cardo’’, è una pianta erbacea perenne (a ciclo annuale) appartenente alla famiglia delle Asteraceae, in genere molto spinose e dai fiori simili al carciofo. E' una pianta spontanea molto diffusa nel Sud Europa cresce prevalentemente nelle zone aride del bacino Mediterraneo. Possiede una notevole resistenza ai climi siccitosi e presenta un ciclo annuale stagionale, con quiescenza estiva. La pianta ha la caratteristica di crescere spontaneamente anche in climi siccitosi, con un'elevata resa per ettaro, 15 t/ha . La sua importanza deriva dalla sua ‘’ pluripotenza’’ cioè le  varie parti del cardo possono essere utilizzate in vari settori dell’industria, da quella alimentare , farmaceutica, cartaria e nel settore di nostro interesse, quello bioenergetico.

I fiori vengono utilizzati dall’industria farmaceutica o alimentare per estrarre nutraceutici o caglio vegetale. Gli steli e le foglio possono essere utilizzati dall ‘industria cartaria per produrre ‘pasta di carta’’ oppure da recenti studi si è visto che gli steli e le foglie del Cynaria possono essere utilizzata come biomassa lignocellulosica avendo il solo 10 % di umidità. Tramite il processo di steam gasification si può produrre o Syngas oppure attraverso combustione diretta ( bruciando la biomassa) si può ottenere energia. Altro processo con cui possono essere lavorate queste biomasse, è la Steam Explosion ( trattamento idrotermico). Possiamo produrre o bioetanolo o composti aromatici , utili per la produzione di bioenergia. Infine l’olio estratto dai semi del C.Cardunculus (olio simile a quello di girasole) attraverso un particolare processo, chiamato ‘’transesterificazione’' può portare alla produzione di biodiesel. Da ciò si può evincere come questa coltura possa con lo sviluppo di nuove tecnologia da parte della green chemistry dare una grande mano per la produzione di bioenergia da biomassa lignocellulosica.

Michele Ormando

0 commenti:

Posta un commento

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Hot Sonakshi Sinha, Car Price in India