martedì 3 luglio 2018

Moto elettriche, un mondo da affrontare con nuovi occhi

Non si è ancora capito se l'elettrico sarà realmente il futuro della mobilità. Di certo stiamo vivendo un periodo che sembra di passaggio, dove molto spesso si ha la sensazione di affrontare elementi nuovi ed innovativi con un linguaggio tradizionale, legato a dei canoni estetici che appartengono ad un presente ed un passato. 
Ha senso? Ha veramente senso continuare ad approcciare le novità del mondo della mobilità con uno sguardo tradizionale. La mia sensazione è che ci sia necessità di allargare un pochino gli orizzonti ed iniziare a capire che forse è arrivato il momento di prendere coraggio ed affrontare un nuovo mondo con nuovi occhi.
Oggi quando affermiamo che una moto  è "Bella" dobbiamo ricordarci che siamo guidati da canoni estetici costruiti nel tempo e che questi partono obbligatoriamente da delle necessità tecniche inviolabili.

Il motore endodermico occupa uno spazio obbligatorio, può avere più o meno cilindri, essere raffreddato ad aria o meno, ma c'è uno spazio imprescindibile da dedicargli nella costruzione di una moto. Ora che il motore è una componente secondaria, spesso includibile nel mozzo ruota cosa succede? Succede che al momento è il pacco batterie ad essere l'elemento imprescindibile intorno al quale disegnare una nuova moto. Cambiano gli elementi e la tecnica e con tutta probabilità abbiamo bisogno di apprendere un nuovo linguaggio visivo, uditivo ed olfattivo.
Prima di etichettare come "Brutto" un nuovo modello di moto elettrica ricordiamoci che forse sarebbe meglio ricordarsi che abbiamo bisogno di un nuovo dizionario per comprendere un nuovo linguaggio.



 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Hot Sonakshi Sinha, Car Price in India